Costola rotta per il rocker: “forte il dolore ma non è nulla di allarmante”. E la compagna attacca i cronisti

Vasco Rossi

Da martedì Vasco è ricoverato in una clinica bolognese. A dispetto delle voci circolate in Rete, dall’entourage del rocker è stato fatto sapere che si è trattato di semplici controlli e della somministrazione di una cura antidolorifica. Il sito ufficiale del rocker parla di “costola rotta”. La compagna di Vasco, Laura, innervosita da giornalisti e fotografi ha detto: ”Perché rompete le p….?”.

Sul sito ufficiale di Vasco sono apparse poche righe che spiegano cosa è accaduto: “Ecco spiegato il dolore che durante il tour ha afflitto Vasco: si tratta di una costola rotta. Soltanto a fine tour Vasco ha potuto sottoporsi a una serie di esami radiologici che hanno dato l’esito finale di frattura a una costola. Forte e persistente il dolore ma nulla di ‘allarmante’, gli auguri che si rimetta presto in forma sono la cura più gradita”.

Vasco Rossi è ricoverato “per una cura antidolorifica che a casa non poteva fare”. Ha specificato la portavoce Tania Sachs, spiegando che Vasco “sta bene ma ha forti dolori allo sterno”. Poi si è detta “stupita dall’attenzione mediatica per una cosa così lieve”, ha riferito che sono state fatte radiografie e che il dolore (in un primo momento si era pensato ad uno strappo muscolare, mentre si sarebbe trattato di un urto sul palco) è stato accusato dopo il concerto di Roma. Tania ha aggiunto di non sapere quanto ancora durerà il ricovero.  

La compagna di Vasco Rossi, Laura Schmidt è arrivata prontamente a Villalba e innervosita da giornalisti e fotografi (“Perché rompete le palle”, ha detto), ha evitato l’ascensore e ha infilato le scale per salire al reparto.

“Vasco è addolorato, nel senso di dolorante, ma è importante fare tutti gli esami”. A riferirlo ai giornalisti, uscendo dalla clinica, è stato un suo amico da sempre, l’esperto di riprese e di produzioni audio e video Gianni Gitti, che è andato a fargli visita.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=a-kwKOqlofQ[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti