L’anonimo precario licenziato da Montecitorio è in realtà l’ex deputato no global di Rifondazione comunista

Francesco Caruso

Si può dire che l’unico a cui non cade la maschera tra i vendicatori della storia dei fumetti è “V”, personaggio disegnato da David Lloyd. Proprio lo stesso eroe con il volto di Guy Fawkes che ha ispirato la scelta della foto del profilo di Spider Truman sul suo blog.

Ma il castigatore di Montecitorio non è “V” e sarebbe stato smascherato. Spider Truman alias onorevole Francesco Saverio Caruso. Proprio così, onorevole, non precario arrabbiato, ma un ex deputato di Rifondazione comunista, esponente del movimento no global meridionale.

Classe 1974, Caruso è stato eletto alla Camera dei Deputati del Parlamento italiano per la XV legislatura ed è stato membro della Commissione Affari sociali . Pronta però su Facebook la smentita dell’ex parlamentare no global, che tuttavia ammette di aver aiutato Spider Truman.

Per capire come gli internauti della pagina Fanweb siano riusciti a smascherare il castigatore di Montecitorio basta seguire le istruzioni che lo stesso sito ha illustrato passo dopo passo.

Per prima cosa bisogna accedere al blog http://isegretidellacasta.blogspot.com/ e si clicca sul profilo di Spider Truman. A questo punto si deve passare il mouse sull’icona del contatto e mail del gestore ed ecco apparire un indirizzo **********@libero.it. (Come riporta chi ha scoperto l’identità anche noi omettiamo di pubblicarlo).

Ora basta accedere al portale di posta elettronica di Libero, inserire l’indirizzo e cliccare per eseguire la procedura di assistenza in caso di problemi con la posta elettronica. Per un bug inspiegabile(errore del sistema?), il portale di posta visualizza un secondo indirizzo prima invisibile. Prendendo questo secondo indirizzo e inserendolo in Google ecco apparire il profilo Facebook di Caruso. Questo perché l’indirizzo utilizzato su Libero è lo stesso con cui Caruso ha registrato il suo profilo su Facebook.

Caruso o Spider Truman che sia, ha diffuso intanto un secondo video, nel quale parla stavolta dei privilegi delle banche nei confronti dei politici. 

Le frasi “celebri” di Francesco Caruso:
“Fanno bene, Fassino e Prodi e tutti gli altri, ad aver paura della mia candidatura. Perché sarò un virus che metterà in discussione i loro privilegi. Sarò il grimaldello dei disoccupati, degli emarginati, dei senzacasa. Meglio essere uno di Hamas all’italiana, che un Mastella alla palestinese” (9 febbraio 2006).

“Il sottoscritto Caruso Francesco Saverio, nato a Napoli il 25 agosto 1974, dichiara di non aver recepito alcun reddito nel 2005 e quindi di non aver redatto alcuna documentazione fiscale”.

“Gli assassini sono Treu e Biagi, le cui leggi hanno armato le mani dei padroni, per permettere loro di precarizzare e sfruttare con maggior intensità la forza-lavoro e incrementare in tal modo i loro profitti, a discapito della qualità e della sicurezza del lavoro” ( Roma 2007 ).

“Ho seminato alcuni semi di marijuana nelle fioriere della cortile della Camera dei deputati; in questi giorni sono già sbocciati i primi germogli”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=PMCy4BU4h4k[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti