In manette la giornalista ex ad di News International, è coinvolta nell’inchiesta su tangenti alla polizia di Scotland Yard

Rebekah Wade

Rebekah Brooks, l’ex ad di News International, è stata arrestata dagli inquirenti che indagano sullo scandalo delle intercettazioni e dei pagamenti alla polizia. Lo riferiscono fonti citate da Sky News e dalla Bbc.

L’ex direttrice di News of the World si è presentata volontariamente a mezzogiorno in un commissariato di Londra ed è stata arrestata da agenti dell’Operazione Weeting e la Operazione Elveden, i due filoni dell’inchiesta. Lo ha confermato Scotland Yard che al momento non ha voluto fornire altri particolari. La Brooks martedì 19 dovrebbe presentarsi dinanzi ai Comuni.

Fino a ora, nell’ambito della vicenda dei cellulari violati, sono finite in manette nove persone: una di queste, una giornalista di Press Association, è stata successivamente scagionata da tutte le accuse.

Intanto il capo di Scotland Yard, Paul Stephenson, si è dimesso. Stephenson è stato travolto dallo scandalo delle intercettazioni per i suoi legami con Neil Wallis, ex vicedirettore di News of the World. “Non avevo idea della portata dello scandalo” ha detto Stephenson in una conferenza stampa in diretta Tv. Sir Paul è rimasto intrappolato nella bufera delle intercettazioni per aver accettato doni loschi – un soggiorno di 20 giorni in una spa di lusso – da uno degli indagati, l’ex vice direttore di News of the World Neil Wallis, che lui steso aveva tra l’altro assunto come consulente di Scotland Yard.

Ma arrivano ulteriori complicazioni nello scandalo delle intercettazioni del gruppo Murdoch. News of the World avrebbe spiato l’attore Jude Law e il suo segretario Ben Jackson mentre entrambi si trovavano a News York. Law ha già querelato il Sun per esser stato intercettato nel Regno Unito. Le nuove intercettazioni, di cui dà notizia il Sunday Telegraph, aprono il primo capitolo specifico, al di là delle accuse di tentato spionaggio delle vittime dell’11 settembre, che coinvolge News International negli Stati Uniti e potrebbe aprire la strada ad azioni legali di carattere penale oltreoceano.

Il Telegraph riporta anche che David Beckham sta considerando di far causa a News International per esser stato intercettato e così anche il cantante Paul McCartney: i cellulari della società di pubbliche relazioni che si occupava dell’ex Beatles sarebbero stati spiati dal detective Glen Mulcaire al tempo del divorzio dalla seconda moglie Heather Mills.

Tra gli indagati per lo scandalo delle intercettazioni illegali, che sta facendo tremare l’impero del magnate australiano Rupert Murdoch, figurerebbe anche il figlio James. Lo ha scritto il “Sunday Telegraph”. “News International avrebbe provato a insabbiare lo scandalo cercando di cancellare alcune email per deviare il corso della giustizia”. Ha rivelato, al giornale, una fonte vicina a Scotland Yard.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xjykvf_murdoch-arrestata-rebekah-brooks-l-inchiesta-prosegue_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti