Il “cannibale” non fa sconti: mossi i primi passi per avere subito i 560 mln di risarcimento del lodo Mondadori

Carlo De Benedetti

“Berlusconi dovrà versare euro per euro il risarcimento che spetta a Cir”. E’ arrivato il momento di passare alla cassa e Carlo De Benedetti lo sa. Dopo la condanna di Fininvest a pagare 560 milioni di euro alla Cir per i danni subiti dall’annullamento, grazie ad una sentenza corrotta, del Lodo Mondadori (l’accordo che assegnava alla Cir il controllo del gruppo editoriale), adesso la holding di De Benedetti ha già mosso formalmente i primi passi per ottenere il risarcimento.

I legali della Cir hanno chiesto formalmente, alla cancelleria centrale del tribunale, la copia autentica della sentenza con la quale sabato scorso i giudici milanesi hanno condannato il gruppo del premier Silvio Berlusconi al maxi risarcimento.

Stando a quanto si apprende la copia autentica del verdetto sarà consegnata ai legali non prima di qualche giorno. Con quel documento alla mano la Cir potrà richiedere quanto le è dovuto a Intesa Sanpaolo, la banca capofila di un pool di istituti di credito che nel dicembre 2009 hanno concesso una fideiussione a Fininvest per oltre 800 mln.

De Benedetti avrebbe già fatto sapere ai più stretti collaboratori che non intende avviare nessuna eventuale – e per altro altamente improbabile – mediazione. Non è interessato a trattare “con il nemico”. “Voglio i soldi che mi spettano e per quello che mi è stato portato via”, avrebbe detto De Benedetti in famiglia e al suo entourage. “Il cannibale” ha smentito anche qualsiasi interesse ad acquisire società di proprietà di Berlusconi: si era addirittura ipotizzata una cessione da parte del Cavaliere a “Cir” del Milan. 

Carlo De Benedetti ha festeggiato sul suo yacht con moglie e figlia. Ora vuole la fine dell’impero di Arcore, è determinato ad andare fino in fondo e difendere la sentenza di sabato scorso anche in Cassazione.

Intanto i soldi, e su questo De Benedetti è irremovibile: non farà sconti.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Wq5pdNQ–es[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti