“Sono ancora io il medico del Premier. Mi ha chiesto consigli su iniezioni e pillole: sei rapporti a settimana”

Umberto Scapagnini e Silvio Berlusconi

Umberto Scapagnini ex-sindaco di Catania e medico personale di Silvio Berlusconi lascia una bella intervista ad un noto settimanale e non risparmia rivelazioni hot sul Premier. 

La tematica trattata è il pene di Silvio Berlusconi. Il dottore – come se la maggior parte degli italiani non lo sapesse – parla delle iniezioni al pene che il Premier italiano è solito fare, prima delle sue prestazioni sessuali. 

”Un vero toccasana per un uomo della sua età” dice il medico, al giornale di gossip più venduto d’Italia. “È un uomo fisicamente e intellettualmente superiore, puo’ avere sei rapporti alla settimana, senza esagerare. E il settimo giorno si deve riposare”. Manco se fosse il Padreterno. Mi chiedo se Berlusconi per le sue serate non abbia mai usato il “penis pump”. Forse troppa perdita di tempo o forse i risultati non erano poi così ottimali”.

Scapagnini è professore, deputato, ex sindaco, ma tiene a precisare che è tuttora medico di Berlusconi: “Io sono ancora il medico di Berlusconi. Mentre il dott. Zangrillo si occupa solo della parte clinica, io di quella relativa allo stress. Lui (Berlusconi) mi ha chiesto consigli e non ho problemi a dirlo: anche su iniezioni e pillole”.

“Da un paio di mesi, da quando mi sono ripreso da un lungo periodo di malattia – ha raccontato Scapagnini – sono tornato a visitarlo, l’ultima volta due settimane fa: lui è in ottima forma. Quando l’ho visitato, recentemente, gli ho prescritto una cura antistress e gli ho raccomandato di dormire di più, magari con un riposino di mezzora o un’ora dopo pranzo. Lui, comunque, è cosa nota, è un paziente indisciplinato”.

© Riproduzione Riservata

Commenti