Inutili le scuse del parlamentare di Fli a Gabriella Buontempo dopo la relazione col ministro Mara Carfagna

Gabriella Buontempo e Italo Bocchino

Prima le indiscrezioni su una presunta relazione con il ministro Mara Carfagna, poi la rivelazione della moglie che conferma sui giornali e infine l’ammissione e il pentimento in tv. Ma anche questo non è stato sufficiente per salvare il matrimonio tra l’onorevole Italo Bocchino e la moglie Gabriella Buontempo. Il vicepresidente di Fli ha annunciato in una nota la “separazione consensuale” dalla donna.

“Italo Bocchino e la moglie Gabriella Buontempo – si legge nel comunicato – hanno depositato presso il Tribunale di Roma un ricorso per separazione consensuale. I coniugi hanno affrontato la dolorosa decisione in piena concordia e con rispetto reciproco, auspicando privacy a tutela delle figlie minori”.

La notizia era nell’aria da alcuni mesi. Ad aprile il settimanale Panorama aveva annunciato la crisi, ma il commento di Bocchino era stato duro: “Tutte caz…ate in libertà”. Neppure il silenzio per oltre due mesi sulla vicenda è però riuscito a riportare il sereno nella coppia. La ferita per la relazione con la Carfagna si sarebbe rivelata più profonda del previsto e a nulla sono servite le scuse nello studio di Fabio Fazio. Ora la parola passa agli avvocati.

© Riproduzione Riservata

Commenti