Per il giudice del Dorset: “Danilo ha ucciso la sarta ed anche Elisa Claps. Non uscirà mai più di prigione”

Heather Barnett e Danilo Restivo

Danilo Restivo è stato condannato all’ergastolo per l’assassinio di Heather Barnett il 12 novembre 2002 a Bournemouth nel Dorset. Lo ha deciso il giudice inglese Michael Bowes. “Lei non uscirà mai di prigione”, ha detto il giudice. “Le prove dimostrano senza ombra di dubbio che Danilo Restivo ha ucciso anche Elisa Claps”, ha aggiunto Bowes.

E’ un “assassino freddo, depravato e calcolatore”, che ha “ucciso Heather come ha fatto con Elisa”, ha affermato il giudice nel dare lettura della sentenza. “L’accusa ha argomentato che le circostanze in cui è stata uccisa Elisa Claps assomigliano così strettamente alle circostanze in cui è stata uccisa Heather Barnett che non si possono essere dubbi che entrambi gli assassini siano l’opera di una stessa persona: cioè di Danilo Restivo”, ha spiegato Woods.

Per questo, ha aggiunto, l’uomo che a Potenza è imputato anche per l’omicidio di Elisa Claps, “merita di stare in prigione per tutta la vita”. “Non uscirai mai dal carcere”, gli ha detto il giudice, definendo “inappropriata” una pena di 30 anni, poiché “in questo caso non esistono attenuanti. Il punto di partenza è la carcerazione a vita”.

Danilo Restivo sapeva che “i figli di Heather sarebbero rimasti devastati dalle sue azioni depravate”, ha affermato il giudice. L’evidenza della sua colpevolezza è “schiacciante”, ha insistito Bowes, che non ha mancato di sottolineare le analogie con il caso Claps: “Ha sistemato il corpo di Heather come fece con quello di Elisa. Le ha tagliato i capelli, proprio come Elisa”, ha spiegato il giudice, precisando che “senza dubbio” parte del movente dell’omicidio fosse di natura sessuale.

“Una sensazione quasi liberatoria: è sfuggito alla giustizia per troppo tempo”: queste le prime parole di Gildo Claps poco dopo la sentenza di condanna di Danilo Restivo. “Per 18 lunghi anni abbiamo inseguito la verità, che per noi è stata chiara da subito: ora la condanna per il delitto Barnett ci restituisce già qualcosa”, ha aggiunto Gildo Claps. “Il processo in Inghilterra si è basato per larga parte – ha continuato – su elementi dell’omicidio di Elisa. La condanna di Restivo è un segnale anche per tante altre vittime e tanti altri genitori che aspettano giustizia: in questi lunghi anni ne abbiamo conosciuti tantissimi”.

Fuori dall’aula la sorella di Heather Barnett, Denise Voir, ha ricordato la vittima e il suo grande amore per i figli Caitlin e Terry: “Sarebbe stata orripilata dal modo con cui Restivo ha pianificato il suo omicidio e la sua mutilazione in modo che i figli trovassero il suo corpo al ritorno da scuola”. Denise ha aggiunto che le famiglie Barnett e Claps sono felici ora che Restivo è per sempre in prigione.

[dailymotion]http://dailymotion.com/video/xjluii_man-guilty-of-grisly-murder_news[/dailymotion]

[dailymotion]http://dailymotion.com/video/xjlums_how-police-caught-killer_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti