I dipendenti dell’azienda preoccupati per l’odg che intenderebbe liquidare l’ente: 71 famiglie a rischio

i conti dell'Asm

I lavoratori dell’Azienda Servizi Municipalizzati prendono posizione contro l’ipotesi di messa in liquidazione dell’ente che potrebbe concretizzarsi se il Consiglio comunale approverà un ordine del giorno proposto da alcuni esponenti della maggioranza, che in tal senso hanno chiesto una condivisione d’intenti all’opposizione.

Dai lavoratori dell’Asm riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

“Noi dipendenti di Asm abbiamo appreso con preoccupazione dalla stampa, da internet e da “voci di corridoio” che il Consiglio Comunale intende porre in liquidazione la nostra Azienda.

La nostra domanda è perchè? Noi siamo testimoni della vita di un’azienda che, sebbene con i problemi connessi all’attuale crisi economica e alle difficoltà causate da un non sempre sereno panorama politico locale, ha sempre pagato regolarmente gli stipendi.

Pur non essendo imprenditori possiamo capire che Asm non è in dissesto e non merita di essere liquidata con tutte le ripercussioni negative immaginabili per noi e le nostre 71 famiglie.

Vorremmo se non altro ricevere delle spiegazioni chiare sulla reale situazione della nostra Azienda in un incontro che Vi chiediamo vogliate fissare al più presto.

Venerdi 1 luglio 2011, alle ore 18,00, presso i locali della Presidenza del parcheggio Lumbi, si terrà un’assemblea con i dipendenti di Asm, il Cda e il sindaco Mauro Passalacqua”.

© Riproduzione Riservata

Commenti