Possibile svolta all’orizzonte per il futuro del villaggio Le Rocce. Comune di Taormina e Provincia di Messina stanno infatti cercando di definire un’intesa per la riqualificazione del complesso.

Le parti sono infatti da tempo in causa perché l’ente locale propone la destinazione dell’area a parco naturalistico mentre Palazzo dei Leoni aveva già avviato un propject financing per il recupero del complesso con la realizzazione di un albergo. Dopo la contesa al Tar di Catania e al Cga di Palermo, dove ha avuto ragione il Comune di Taormina, ora c’è una schiarita sull’asse Taormina-Messina.

A quanto pare, si ipotizza un accordo che metterebbe fine alla “guerra fredda” sorta sulla destinazione d’uso del villaggio ormai da diversi anni abbandonato a se stesso. Come detto il Comune si è sin qui opposto al project financing della Provincia e lo ha di fatto stoppato e per evitare di continuare a litigare nelle aule di tribunale si sta cercando un accordo che potrebbe prevedere l’affidamento dell’area in comodato d’uso o comunque in concessione al Comune.

Il rischio concreto, d’altronde, è che Le Rocce rimangano per diversi altri anni ancora in stato di completo abbandono e nel degrado più totale. Al contempo il Comune sarebbe anche disposto a trovare un’intesa sul project financing. In buona sostanza il Comune, non escluderebbe l’opportunità di dare il via libera al recupero de Le Rocce per la realizzazione di una struttura ricettiva, vincolando tale placet alla necessità che vengano rispettate le volumetrie pre-esistenti negli anni cioè in cui l’area era funzionale e costituiva una delle attrattive di Taormina.

La discussione del progetto dovrebbe, in ogni caso, coinvolgere attivamente la città di Taormina e il Comune. Dovrebbe essere Palazzo dei Giurati a decidere se presentare alla Provincia un progetto per gestire Le Rocce e ad esempio fare lì un parco naturale o se altrimenti concedere il nulla osta al project ma con dei paletti.

© Riproduzione Riservata

Commenti