Al raduno degli autonomisti Lombardo annuncia: “entro fine anno congresso federale”. C’era anche Lumia…

Raffaele Lombardo

C’era molta attesa per l’appuntamento politico col raduno degli autonomisti. Si sono conclusi con diversi spunti interessanti i lavori dell’assemblea regionale del Mpa al Palaghiaccio di Catania.

“Due giorni faticosi, emozionanti e certamente utili”, così li definisce Raffaele Lombardo. “Due giorni di dibattito sul Movimento per l’Autonomia e sulla sua Naturale evoluzione che ha appassionato i nostri giovani e la nostra base e nel corso dei quali si sono potuti esprimere idealmente tutti: dai semplici militanti ai quadri, dai deputati ai dirigenti (ai tanti che, per questioni legate ai tempi, non sono potuti intervenire chiedo di farci avere il testo del loro intervento cui daremo la massima diffusione). Due giorni di approfondimento ai quali hanno partecipato ospiti illustri del mondo politico siciliano e nazionale”.

“Siamo oltre i due anni ma io credo che prima dei tre anni, entro la fine dell’anno, dobbiamo, con le eventuali modifiche e evoluzioni che approveremo, arrivare ad un terzo congresso federale anche perchè è cambiato lo scenario politico nazionale. Dinnanzi a questo nuovo scenario non c’e’ dubbio che dobbiamo definire un nuovo profilo del movimento e questo non si potra’ che fare in sede congressuale”.

“Eravamo tutti consapevoli, e ce lo confermano l’impegno e la partecipazione che abbiamo registrato – afferma il governatore e leader degli autonomisti – che questa sarebbe stata una tappa importante. Ma anche un punto di ripartenza per il nostro movimento.

E proprio in questa ottica che, da un punto di vista organizzativo, si è istituito un Comitato di coordinamento il cui obiettivo sarà quello di condurre il Mpa ai congressi regionale e nazionale entro la fine dell’anno. Sarà composto dall’attuale capogruppo del Mpa all’Ars Francesco Musotto e dai suoi due predecessori, Lino Leanza e Roberto Di Mauro. Ne faranno parte due donne, Eleonora Lo Curto e Rossana Interlandi, quattro giovani in rappresentanza del mondo universitario, Filippo Perconti di Bivona, Paolo Torrente di Mazara del Vallo, Gaetano Galvagno di Catania e Marco Failla di Enna. E ancora, i nostri capigruppo di Camera e Senato, Giovanni Pistorio e Carmelo Lo Monte, sempre che quest’ultimo sia ancora disponibile ad impegnarsi nel Mpa.

Una commissione, presieduta dall’on. Pippo Reina e cui parteciperà il professor Antonio Andò – conclude Lombardo – si occuperà invece delle modifiche statutarie del Movimento mentre ne verrà istituita un’altra che avrà l’onere di stendere il nuovo manifesto politico e sarà composta da professori universitari ed esponenti del mondo della cutura e delle professioni”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=kD4vUNZw0Vw[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti