Marco Mazzanti e Lea Veggetti in manette per aggressione, insulti a sfondo razziale e resistenza alla Polizia

Lea Veggetti e Marco Mazzanti

I due ex gieffini Marco Mazzanti e Lea Veggetti sono stati arrestati dopo una notte a dir poco folle trascorsa a Milano, dove la coppia, che voleva alloggiare in un albergo in via Benedetto Marcello, ha dapprima insultato il portiere filippino, e poi preso a morsi un uomo appartenente alle forze dell’ordine.

Ma andiamo con ordine e scopriamo cosa è accaduto. A quanto pare Marco Mazzanti e Lea Veggetti volevano prenotare una stanza nell’albergo in questione, ma il portiere (un uomo filippino) non ha accettato la prenotazione perché la Veggetti era sprovvista di documenti.

A quel punto i due hanno insultato con epiteti razzisti il malcapitato portiere d’albergo ed hanno poi aggredito gli agenti intervenuti, mordendone uno.

Sia Mazzanti che la Veggetti, sua compagna nella casa poi lasciata per un’altra gieffina, sono accusati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate, oltre che indagati per ingiurie aggravate dallo sfondo razziale.

Il pubblico del Grande Fratello ricorda bene Marco e Lea: lui 26 anni, il bello della trasmissione, lei 40, sua ex nella casa della trasmissione, venne poi lasciata da lui per un’altra partecipante, Vanessa Ravizza. Infine tornarono insieme, soprattutto per il forte ascendente di Lea sul compagno più giovane.

© Riproduzione Riservata

Commenti