Anche Yari Carrisi è convinto che la ragazza non sia morta: “la storia del suicidio nel fiume a New Orleans”

Un’altra testimonianza stavolta ancor più importante perchè arriva da un familiare, conferma che Ylenia Carrisi potrebbe essere viva. A parlare è il fratello Yari.

“Io sono aperto, credo ancora che Ylenia possa essere in giro. Non credo per niente a quella storia che si sono inventati del fiume che fa buchi da tutte le parti”.

Non si arrende Yari Carrisi, 38 anni, alla storia della scomparsa di sua sorella. Così parla delle sue sensazioni a tutto campo in un’intervista esclusiva rilasciata a News Mediaset.

“Molte volte ci son arrivate notizie e io son partito subito: sono andato a Panama, sono andato in giro a seguire queste indicazioni, queste tracce”.

L’ultima bomba mediatica è di qualche settimana fa e racconta della permanenza di Ylenia in un convento in Arizona, negli Stati Uniti. Indizi farraginosi che non convincono la famiglia Carrisi, ma che lasciano aperta una storia mai definitivamente chiusa: quella di una ragazza scomparsa nel gennaio 1994 e mai più ritrovata.

Fu proprio il fratello Yari a dare la triste notizia: nel Natale 1993 si recò negli Stati Uniti per fare una sorpresa alla sorella. Non avendola trovata iniziò a cercarla porta a porta senza successo. Poi la notizia della scomparsa il 6 gennaio 1994. Oggi, ricordiamo, Ylenia avrebbe 40 anni.

Ylenia Carrisi sarebbe in fuga dalla sua precedente vita. A rilanciare la tesi, cui il 53enne giornalista di nera Roberto Fiasconaro ha dedicato non uno bensì tre libri, è stato il settimanale tedesco Freizeit Revue, che ha pubblicato un’intervista al capo della polizia di New Orleans Warren J. Riley secondo cui la primogenita di Albano e Romina Power scomparsa a New Orleans nel 1994 si troverebbe a Sant’Anthony’s, convento greco-ortodosso di Phoenix, in Arizona.

Ad accrescere i sospetti è anche il centralinista del convento, frate Samuel. Rispondendo al reporter del giornale tedesco, il religioso ha confermato che “due giorni dopo la telefonata della polizia, una donna che lavorava in giardino ha lasciato in tutta fretta il monastero. Era turbata”, spiega Padre Samuel, “ha detto che voleva andare in Asia»”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DmiyWztpAGU[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti