Vietato l’uso di fondi per l’intervento militare: il presidente avrebbe dovuto chiedere placet del Parlamento

Barack Obama

La Camera dei Rappresentanti Usa ha approvato un emendamento che vieta l’uso di fondi per le operazioni militari in Libia. Il testo fa riferimento a una legge (War Powers Act) del 1973 che limita i poteri del presidente di inviare truppe all’estero senza l’autorizzazione del Congresso. Il voto rispecchia il malcontento del Parlamento Usa, al quale Barack Obama non ha chiesto l’autorizzazione prima di avviare l’intervento militare contro Gheddafi.

Il testo, proposto dal democratico Brad Sherman della California, è passato con 248 voti favorevoli contro 163 contrari.”Nessuno dei fondi disponibili può essere utilizzato in contraddizione con il War Powers Act”, si legge nel testo approvato dai deputati Usa.

Il voto rispecchia l’ampio malcontento che serpeggia nel Parlamento americano, al quale Barack Obama non ha chiesto l’autorizzazione prima di avviare l’intervento militare contro Muammar Gheddafi. In base al War Powers Act, il capo della Casa Bianca deve rivolgersi al Congresso prima di inviare truppe Usa all’estero ed è costretto a ordinarne il ritiro entro 60 giorni se tale autorizzazione non viene concessa dai parlamentari.

Sempre sul fronte libico, due senatori hanno poi presentato un progetto di legge che mira ad autorizzare l’amministrazione americana a trasformare i fondi congelati di Gheddafi in aiuti umanitari per la popolazione libica. Il presidente della commissione finanziaria del Senato, il democratico Tim Johnson, e il suo collega repubblicano Richard Shelby hanno depositato il testo che mira a trovare una soluzione alla “crisi umanitaria, in un momento in cui mancano prodotti alimentari e attrezzature mediche di base”.

Il testo, ugualmente sostenuto da senatori influenti come John Kerry, John McCain e Carl Levin, autorizza Obama a confiscare i fondi e gli altri beni del regime congelati dal governo statunitense per utilizzarli con fini umanitari.

© Riproduzione Riservata

Commenti