A Torino attendono le mosse del City, che tratta Sanchez. Pronti 30 mln per l’assalto finale all’Apache

Carlitos Tevez

Un grande colpo per infiammare il cuore dei tifosi, un grande acquisto per aprire un ciclo vincente, un grande attaccante per garantire a Conte i gol per volare in campionato. La Juve c’è, lavora su più piste, alcune parallele, altre invece destinate a incrociarsi inevitabilmente. Ha i soldi in tasca, garantiti dall’aumento di capitale che sarà sottoscritto tra pochi giorni e da un via libera già dato dai vertici di Exor, la holding di casa Agnelli. Ha i soldi in tasca e le idee chiare: portare a Torino un top player.

Per Aguero servono 45 milioni di euro, con quella cifra il giocatore si libera dall’Atletico Madrid grazie alla clausola rescissoria: il Kun sta flirtando da tempo con il Real ma in settimana il suo agente incontrerà la Juve. Per Sanchez ne servono almeno 35, il club bianconero sta alla finestra e attende sviluppi, ha già in agenda un colloquio con Felicevich, l’agente del cileno. Domani l’Udinese incontrerà il City, un eventuale accordo tra le due società inevitabilmente avrebbe un’altra conseguenza, quella di sbloccare la trattativa per portare Carlos Tevez a Torino.

La Juve ha le risorse per convincere il City, sa che con l’argentino deve toccare corde diverse: allettarlo con un ricco contratto ma anche lusingarlo con un progetto che metta Tevez al centro di tutto per fargli dire sì anche con un primo anno in bianconero senza Champions. Convincere il City, lavorare Tevez ai fianchi: ecco il piano della Juve.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=0rd71Jd15HQ[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti