Lettera del ministro della Salute ai medici “Smi”: “da Messina un modello di riferimento per la sanità italiana”

ambulanza del 118

Il Ministro della Salute Ferruccio Fazio ha scritto nelle scorse ore una lettera al segretario generale del sindacato medici italiani, Salvo Calì, per complimentarsi dell’operato del 118 in Sicilia.

A tal proposito, il ministro, che era stato invitato a prendere parte al convegno nazionale svoltosi lo scorso 6 giugno a Taormina (presente, tra gli altri, l’assessore regionale alla Sanità, Massimo Russo), ha fatto pervenire una nota ufficiale da Roma nella quale si esprime un plauso ed un apprezzamento alla funzionalità del servizio 118 in Sicilia.  

E nella fattispecie si evidenzia l’ottimo lavoro e la qualità delle performance assistenziali del modello messinese, che in un territorio dove molte rimangono le problematiche, rappresenta un esempio positivo al cospetto dell’emergenza: non soltanto nell’isola ma anche nel contesto nazionale.

“Desidero innanzitutto – scrive Fazio – porgere il mio più sentito ringraziamento per l’invito che mi era stato fatto a partecipare al convegno “118 in Sicilia – Un modello per l’Italia”.

Purtroppo per concomitanti impegni dovuti al mio ufficio non ho potuto prendere parte a tale significativa iniziativa.

L’occasione mi è comunque gradita per far giungere il mio apprezzamento per l’impegno profuso dallo SMI, attraverso un percorso di proposte ed interventi, nell’obiettivo di riduzione dei costi in Sicilia, senza trascurare la qualità del servizio per i cittadini.  L’aumento delle ambulanze medicalizzate, la nuova figura di responsabile della centrale operativa, la presenza di “Medici di centrale”, contribuiscono infatti ad ottimizzare  la funzionalità del “118”, sia sotto il punto di vista gestionale che territoriale, promuovendo  l’esperienza siciliana come modello di riferimento per il Paese”.  

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=8-I8MK58GHg[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti