Delitto Claps, l’accusa è omicidio volontario pluriaggravato. Depositata richiesta contro l’unico indagato

Danilo Restivo

La procura di Salerno ha chiesto il rinvio a giudizio per Danilo Restivo, unico indagato per l’omicidio di Elisa Claps. Restivo è accusato di omicidio volontario pluriaggravato.

Le innumerevoli perizie effettuate da consulenti nonché le testimonianze sono stati i determinanti elementi di prova. I pm che hanno firmato la richiesta sono Rosa Volpe e Luigi Spina.

Non è stata ancora fissata la data dell’udienza davanti al gup l’udienza. Ma, intanto, i tasselli continuano a riempire un puzzle, quello sull’omicidio Claps, che dura da anni, da quel 12 settembre del 1993, quando la studentessa potentina scomparve, e quando, secondo la procura, fu uccisa.

La procura di Salerno ha sentito testimoni, ha affidato a periti innumerevoli consulenze che hanno ricostruito, nei dettagli, quanto successo quel giorno: 76 faldoni che raccontano la tragica storia di Elisa.

Il suo corpo è stato ritrovato 17 anni dopo, nel marzo scorso, nel sottotetto della chiesa della Santissima Trinità di Potenza. La procura di Salerno ne è certa: l’approccio sessuale, l’accanimento sul corpo incastrano Danilo Restivo che, in Gran Bretagna, è imputato per un altro omicidio, quello della sarta Heather Barnett.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=JDGeRbQN1AI[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti