Dopo la batosta elettorale, Berlusconi affiderà ad Angelino Alfano l’incarico di segretario del Popolo della Libertà

Angelino Alfano

Angelino Alfano nuovo segretario politico del Pdl. La notizia pare ormai certa e dovrebbe essere formalizzata nelle prossime ore da un Consiglio nazionale appositamente convocato e determinerebbe le dimissioni dell’attuale ministro della Giustizia, del quale prenderebbe il posto Maurizio Lupi.

Non è ancora chiaro il disegno di Berlusconi, in merito alle sorti dei due attuali coordinatori, Ignazio La Russa e Denis Verdini. Sandro Bondi si è già dimesso.

“Non è che se arriva Alfano al posto di Verdini si fanno miracoli. Non ci sono bacchette magiche- dice Ignazio La Russa in una intervista al Messaggero – Il Pdl riparte solo se riusciremo a dare risposte alla gente”. Ma alla domande sulle dimissioni ha risposto: “Siamo tutti in discussione”.

Già stasera Silvio Berlusconi potrebbe nominare Alfano segretario “politico” del Pdl. Il ministro della Giustizia, come detto, darebbe così le dimissioni dal suo attuale incarico e si dedicherebbe interamente alle questioni di partito. Lo riferiscono fonti interne al partito secondo le quali, inoltre, i tre coordinatori del Pdl, compreso il dimissionario Bondi, resterebbero comunque al loro posto, almeno per il momento.

Quanto alla guida del dicastero della Giustizia, nessuno ancora si sbilancia sul possibile successore di Alfano. In ambienti politici circolano i nomi di Maurizio Lupi e Fabrizio Cicchitto, già iscritto negli elenchi della P2 di Licio Gelli. Quest’ultimo, però, smentisce seccamente l’ipotesi che possa sostituire il ministro dimissionario, nel tentativo di spegnere le polemiche.

© Riproduzione Riservata

Commenti