Dramma sfiorato alla stazione di Villagonia. Polizia ferroviaria salva uomo pronto a gettarsi sotto un treno  Provvidenziale intervento della Polfer di Taormina, che ha salvato la vita ad un uomo intenzionato a togliersi la vita. Gli agenti della Polfer, sovrintesi dal Comandante – Ispettore capo, Ignazio Mannella, nel corso di alcuni consueti controlli alla stazione ferroviaria di Villagonia, hanno notato la presenza di un soggetto seduto, con un foglio di carta in mano, nella sala d’attesa della stazione. E questa persona appariva in uno stato di confusione e particolare apprensione.

Avvicinatisi all’uomo, gli uomini della Polfer hanno constatato il proprio senso di solitudine e che questi era con molta probabilità intenzionato a compiere un imminente tragico gesto, quasi fosse lì ad attendere il coraggio e l’attimo giusto per lanciarsi sui binari al passaggio di un treno.

Lo stesso uomo, 57 anni, originario di Catania, era stato più volte visto anche nei giorni precedenti sempre alla Stazione, in prossimità dei binari.  La Polfer lo ha così avvicinato, cercando di capire le reali intenzioni di questo malcapitato e ha avuto conferma sui sospetti, scoprendo che l’uomo aveva con sé un bigliettino scritto in vista del suicidio: poche righe indirizzate alla famiglia per spiegare i motivi della decisione di dire addio alla vita.

L’uomo mancava da casa da 15 giorni e la sorella aveva denunciato alle Forze dell’Ordine la scomparsa. L’azione della Polizia Ferroviaria si è rivelata tempestiva, fondamentale per impedire che potesse verificarsi la tragedia. Il 57 enne è stato convinto a desistere dai suoi estremi propositi e sempre la Polfer ha contattato un centro specializzato nell’assistenza sociale, dove adesso questa persona è stata trasferita e sta ritrovando la serenità e la voglia di vivere.

© Riproduzione Riservata

Commenti