E’ accusata per l’omicidio della nipote. Incastrata dalle celle telefoniche: “era in garage all’ora del delitto” Cosima Serrano è stata arrestata. La notizia era nell’aria da diverse ore. Adesso sarà trasferita nel carcere di Taranto. La mamma di Sabrina e moglie di Michele, entrambi in carcere da ottobre con l’accusa di concorso in omicidio e soppressione di cadavere di Sarah Scazzi, è stata convocata dai carabinieri nel tardo di pomeriggio di oggi. Cosima è accompagnata dalla sorella Emma.

La moglie di Michele Misseri si sarebbe trovata in garage all’ora esatta dell’omicidio di Sarah Scazzi, le 15,25 del 26 agosto scorso, e nella zona dove è stato abbandonato il cadavere la mattina seguente. A rivelarlo è il sito del settimanale Panorama riferendo di una richiesta di misura cautelare per Cosima da parte della Procura di Taranto basata anche su elementi emersi dalle indagini del Ros e sui tabulati telefonici. Il sito del settimanale aggiunge che anche per Sabrina Misseri, figlia di Cosima e Michele, sarebbe stata chiesta una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere.

© Riproduzione Riservata

Commenti