L’attore romano di nuovo nei panni del Capitano Di Stefano: da settembre le riprese della fiction antimafia Raoul Bova si conferma l’attore italiano del momento. Anzi già da diversi anni questo titolo è certamente suo.  E’ impegnato su diversi set. Per la televisione partiranno a giugno le attesissime riprese di “Ultimo 4” diretto da Michele Soavi, mentre a settembre girerà la serie “Come un delfino” che tante soddisfazioni ha dato a Canale 5 in termini di ascolti. Per il cinema Bova a luglio sarà in Francia per il nuovo film di Michele Placido mentre ad agosto sarà la volta di “Immaturi 2”.

Sarà molto difficile per Raoul dividersa su così diversi fronti, ma l’attore ha organizzato il suo lavoro in modo da essere presente su tutti e quattro i cast. Un tour de force al quale in fondo Bova è già perfettamente abituato. Il grande pubblico attende la nuova performance di Raoul Bova nei panni di “Ultimo 4”: e lui non nasconde la sua soddisdfazione. Questa è sicuramente una bella soddisfazione perché il ruolo del capitano Di Stefano (detto Ultimo) che combatte contro la mafia, gli ha dato popolarità e successo anche tra i giovanissimi. Così dopo sette anni Bova ha deciso di accettare di girare la quarta serie dopo “Ultimo” del 1988, ”Ultimo – La sfida” del 1999 e ”Ultimo – L’infiltrato” del 2004.

 “Come un delfino” è stato invece uno dei fiori all’occhiello della Rete ammiraglia di Mediaset. La seconda puntata del film tv su Canale 5 ha avuto 7 milioni 345 mila spettatori (con picchi di 8 milioni) pari ad uno share del 27.09% (con punte del 38%). “Grazie a Raoul Bova, protagonista ma anche coproduttore con Mediaset della miniserie”, così il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi aveva ringraziato il team di lavoro.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti