Il francese del Bayern costa 30 mln ma Agnelli vuole tentare l’assalto. Toni “in pressing” sull’ex compagno Franck Ribery: potrebbe davvero essere lui il campione destinato ad approdare quest’estate alla Juventus per la riscossa bianconera. E’ lui il grande nome, il fuoriclasse che vuole Andrea Agnelli per rilanciare la “Vecchia Signora”. Il Bayern del dopo-Van Gaal non pare puntare troppo sul francese, che di fronte ad un’offerta di circa 30 milioni di euro potrebbe essere ceduto. Ovviamente, per far accettare al giocatore di approdare in una squadra fuori dall’Europa, occorrerà lavorare molto sull’ingaggio. Ma la Juve avrebbe un alleato in più in quel Luca Toni, molto vicino al fantasista transalpino dai tempi in cui giocavano insieme in Baviera.

Ribery è uno dei top player su cui punterebbe la dirigenza della Juve per rafforzare la squadra in vista della prossima stagione e superare in fretta il disastro di quest’anno. L’esterno, che ha un contratto con il Bayern Monaco fino al 30 giugno 2015, è un vecchio pallino dei bianconeri: un anno fa Agnelli voleva presentarsi ai tifosi con il francese, classe 1983, ma poi non se ne fece nulla. Ma i costi dell’operazione sono elevati. C’è anche il nome di Ribery nella lista mercato dei dirigenti della Juve, che comprende Aguero, Bastos, Benzema, Higuain e Tevez, per riportare la squadra ad alti livelli in Italia e in Europa. Il francese di fatto torna di moda, perché la società bianconera lo segue da un paio d’anni. Il giocatore del Bayern Monaco sarebbe ideale nell’idea di gioco di Antonio Conte, che predilige gli esterni altissimi e votati all’attacco.

Le pretendenti avevano teso le orecchie quando Ribery aveva annunciato l’addio al club tedesco nel caso di qualificazione alla Champions League. Dichiarazione poi smentita. E in ogni caso l’obiettivo è stato raggiunto. Per la Juve l’ostacolo resta il costo, almeno 30/35 milioni di euro. Ma l’eventuale acquisto di Ribery sarebbe molto più di una scommessa.

© Riproduzione Riservata

Commenti