Raiola lavora al trasferimento dello svedese al Real Madrid: “il Milan non è l’ultima maglia di Zlatan” Mino Raiola è certo che Balotelli “resterà al 2000 per cento” al Manchester City, ma il procuratore non è altrettanto sicuro sul destino di un altro suo assistito, Zlatan Ibrahimovic – “perchè tutto ha un prezzo” – e anzi prevede che il Milan non sarà l’ultima squadra nella carriera dell’ svedese. L’unica certezza di Raiola a proposito di Ibrahimovic è il prezzo: “Se Ronaldo vale 150 milioni di euro, Zlatan vale altrettanto. Forse non sono il più obiettivo, ma è il calciatore più forte al mondo». «Se arriva una proposta importante e il Milan lo vuole cedere ci penserà – ha aggiunto l’agente -, ma lui non ha intenzione di andare via nè ha dato la disponibilità ad essere ceduto Non devono convincere Zlatan ma il Milan. Ibra ci penserà solo se il Milan vorrà venderlo, ma io non ho questa sensazione”.

Raiola sostiene poi che il Manchester City abbia le risorse per raggiungere qualsiasi obiettivo, e ha osservato che «la sfida nel Real Madrid sarebbe la più affascinante, anche se quella di giocare la Champions con il Milan non è da scartare». «A Ibra hanno fatto piacere le parole di Moratti, anche perchè hanno messo fine al dubbio sui cattivi rapporti fra lui e l’Inter: sono stati reciprocamente importanti», ha proseguito Raiola, che non esclude un ritorno in nerazzurro di Balotelli e Ibrahimovic: «Non chiudo le porte a nessuno, ho un ottimo rapporto con la dirigenza nerazzurra, con Moratti, Ghelfi e Branca”.

© Riproduzione Riservata

Commenti