Come essere uniche ed inimitabili. I segreti per distinguersi: quando la sobrietà vale più dello stile sexy Avere stile ed essere elegante è il sogno di moltissime donne; tuttavia, solo a poche elette tutto ciò risulta naturale ed innato…, per tutte le altre occorre “lavorarci sopra” con pazienza e determinazione. E’ importante, innanzitutto, capire che l’eleganza è, soprattutto, una questione di testa e dipende dalla fiducia e dalla consapevolezza in noi stesse. E’ scegliere con sobrietà l’abito giusto per ogni occasione, è distinguersi per i dettagli, è sapere cosa dire in ogni occasione ma soprattutto è, come insegna Coco Chanel, nell’incertezza su cosa indossare, ricordarsi di togliere quel qualcosa in più prima di uscire.

Una cosa è certa: una donna elegante si riconosce al primo sguardo. Ma procediamo con ordine e cominciamo con l’elencare le 2 cose dalle quali partire per costruire la vostra nuova immagine. STEP 1: Mettetevi davanti allo specchio e decidete cosa valorizzare e cosa, invece, mimetizzare di voi stesse, partendo però dalla considerazione che a volte sono proprio i nostri difetti a distinguerci. STEP 2: Decidere su quale campo agire: guardaroba, relazioni sociali. Occorre ricordare, inoltre, che la donna elegante si distinque per l’esiguità degli abiti che il suo guardaroba contiene. Quest’ ultimo infatti è composto da pochi capi indispensabili che sa valorizzare con dettagli e accessori giusti.

Ecco i DIECI CAPI INDISPENSABILI che non devono mancare nel vostro guardaroba:

1- TUBINO NERO La lunghezza basica è al ginocchio, ma si puo’ optare per la longuette o mini. No tassativo allo stivale. SI a decolletes o sandali con tacco anche vertiginoso.

2- GIACCA quella di pelle è un vero passepartout e può essere abbinata a un look classico, (tipo pantalone nero e camicia bianca) o sopra un abitino da giorno.

3- CAMICIA BIANCA Semplice e versatile, si accosta perfettamente a pantaloni maschili e tacchi alti, è sublime con una gonna nera e tacco vertiginoso, è perfetta con jeans e stivali, è sexy portata leggermente sbottonata con un reggiseno push up. No tassativo a un reggiseno bianco o nero sotto una camicia candida. Si all’intimo color carne.

4- JEANS Comodo, perfino sensuale, è perfetto con stiletti o ballerine.

5- T-SHIRT La basica bianca è fondamentale: il must è personalizzarla e abbellirla in modo personale con collane, pashmine etc. Ottime usate come sottogiacca.

6- PANTALONI NERI Sceglieteli classici, non troppo attillati. NO tassativo a pantaloni attillatissimi in finta pelle su un fisico non proprio d’acciuga.

7- ABITO DA GIORNO Semplice, con spalline o mezze maniche, da usare in estate con sandali e gioielli etnici. In inverno con stivali e collant coprenti, abbinato a grandi cappotti.

8-  TAILLEUR Nella versione giacca-gonna o giacca-pantaloni nei colori nero, grigio o total white.

9- MAGLIONCINO DI CACHEMIRE Il basico con scollo a V rende regale qualsiasi jeans.

10- SOTTOVESTE DI SETA Color champagne o avorio, sono perfette con ballerine o sandali tacco basso. Si trasformano in un abito da sera con sandali gioiello dal tacco alto.

Per concludere, ricorda che lo stile sexy non e’ mai veramente elegante. Ostentare marchi e griffe è volgare e cafonesco. Ricordati, inoltre, di indossare un vestito e di “interpretarlo”, tenendo a mente che, nel dubbio, la qualita’ batte la quantita’ e che la sobrieta’ batte ogni eccesso.

© Riproduzione Riservata

Commenti