La salma della 14 enne di Brembate restituita alla famiglia per i funerali. Ma le indagini brancolano nel buio Nessuno sa ancora chi è l’assassino di Yara Gambirasio e le indagini restano lontane da una svolta. Ma entro la prossima settimana si svolgeranno i funerali della quattordicenne di Brembate scomparsa il 26 novembre scorso e poi ritrovata uccisa. Lo ha reso noto la trasmissione di Rete 4, Quarto Grado. “Il pm titolare delle indagini, la dottoressa Letizia Ruggeri, ha disposto la restituzione della salma ai suoi cari”, ha fatto sapere il conduttore Salvo Sottile. Le esequie potrebbero svolgersi nel centro sportivo di Brembate di Sopra.

Quasi alla scadenza dei 90 giorni richiesti dall’anatomopatologa forense Cristina Cattaneo, incaricata dalla Procura di Bergamo di effettuare l’autopsia sul corpo di Yara, arriva la notizia che la famiglia Gambirasio attendeva da tempo. Inoltre, il sindaco di Brembate di Sopra, Diego Locatelli, e il parroco don Corinno, dopo aver parlato con Fulvio e Maura Gambirasio, si stanno occupando dei preparativi per la cerimonia funebre che, sembra ormai confermato, si terranno la prossima settimana nel centro sportivo di Brembate frequentato dalla giovane ginnasta. Ancora da definire la data delle esequie ma in molti, a Brembate, vorrebbero che si tenessero il 26 maggio, non per la ricorrenza tragica delle date della scomparsa e del ritrovamento, ma perché è il giorno della Madonna di Caravaggio, ricorrenza molto sentita dai fedeli bergamaschi.

© Riproduzione Riservata

Commenti