Il sito greco-romano nella black list di Legambiente sui monumenti. Al via “Sos Heritage di Salvalarte Sicilia” Una black list dei dieci monumenti a maggior rischio, emblema della “bella Sicilia che sta scomparendo”, è stata pubblicata da Legambiente, che ha avviato la campagna di sensibilizzazione «Sos Heritage di Salvalarte Sicilia. L’elenco comprende il Teatro Antico di Taormina; la Cattedrale di San Gelardo ad Agrigento; Palazzo dello Scibene a Palermo; il tempio E di Selinunte, nel Trapanese; la città di Kamarina, (Santa Croce Camarina, Ragusa); la Torre di Isola delle femmine, in provincia di Palermo; il Soffitto ligneo dello Steri nel capoluogo; l’ex Fornace Penna, monumento di archeologia industriale in contrada Sampieri – Scicli, nel Ragusano; Villa Napoli a Palermo; e i ruderi dell’antico paese di Poggioreale, nel Trapanese.

Il Teatro di Taormina è il sito culturale più visitato della Sicilia, con le sue circa 500mila presenze: come se non bastasse la pressione antropica, ospita più volte all’anno spettacoli, che, con le strutture provvisorie e gli eccessivi livelli delle amplificazioni, aggravano i numerosi degradi causati da errati interventi di restauro più accentuati nel portico superiore e nella galleria inferiore. “Da dieci anni – spiega Gianfranco Zanna, responsabile Beni culturali di Legambiente Sicilia – ci occupiamo, con la campagna Salvalarte, dei beni e monumenti a rischio nella nostra isola. Abbiamo stilato una prima black list dei monumenti che corrono i maggiori rischi, ma vogliamo coinvolgere i cittadini per renderli protagonisti, per partecipare in prima persona alla salvaguardia del nostro patrimonio culturale. Gli chiediamo di inviarci delle foto”. “Nella nostra lista, non a caso, abbiamo inserito al primo posto il Teatro greco-romano di Taormina, uno dei siti più conosciuti e visitati in Sicilia. Ebbene, è dal 2004 che è stato lanciato l’allarme, che si è a conoscenza del grave rischio che corre il teatro, oggetto di numerosi studi, ma non è stato fatto nulla”.

© Riproduzione Riservata

Commenti