In manette insegnante di un driving center di Taormina: l’uomo era già noto alle Forze dell’Ordine I Carabinieri della Compagnia di Taormina hanno arrestato nelle scorse ore un istruttore subacqueo ritenuto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti. In manette è finito un 31enne originario della Provincia di Verona, fermato in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal GIP del Tribunale di Verona.

Andrea Bifulco, nativo di Legnago (VR), 32 anni, residente  a Calatabiano (CT), era già noto alle Forze dell’Ordine, che lo hanno rintracciato presso un diving center della Città del Centauro. Secondo quanto riportato nel provvedimento di custodia, emesso come detto, dal GIP del Tribunale di Verona, Bifulco, tra gli anni 2008 e 2010, avrebbe reiteratamente ceduto dosi cocaina a diversi assuntori nel Comune di Legnago (Verona). Dopo le formalità di rito, Bifulco è stato associato presso il Carcere di Messina Gazzi dove permarrà a disposizione dell’A.G. mandante.

© Riproduzione Riservata

Commenti