L’ex capitano bianconero sempre più in pole position per la successione a Delneri. Domenica c’è stato un summit Antonio Conte è ad un passo dalla panchina della Juventus. Il Siena ha già dato l’ok alla trattativa.  L’attuale tecnico del Siena, secondo Sky Sport, ha incontrato domenica pomeriggio Marotta e Paratici confermando la sua disponibilità a diventare il prossimo tecnico bianconero. La Juventus prima di prendere una decisione definitiva vuole incontrare Villas Boas, che resta, al momento, l’unica alternativa a Conte. Del tecnico del Siena ha parlato intanto Pavel Nedved  “E’ un vero allenatore, era un allenatore in campo anche quando giocava. Farà una grande carriera da tecnico”.

L’ex Pallone d’Oro e attuale consigliere d’amministratore della Juventus, utilizza la consueta schiettezza per descrivere la deludente stagione bianconera: “L’arrabbiatura è massimale perchè i risultati sono molto deludenti, ora bisogna lavorare per il futuro. Lancerei qualche frecciata ai giocatori perchè è soprattutto lì che siamo mancati – ha spiegato l’ex campione bianconero al Salone del Libro di Torino – è mancata la squadra, come mentalità di squadra. Ci siamo fatti sentire più sui giornali invece di fare vedere sul campo che siamo una squadra come la Juve”.

“Il carattere non è mancato poco, ma del tutto. La squadra è mancata di questo aspetto alla grande. Ci sono tanti giocatori, magari i nuovi ma anche quelli vecchi, che hanno perso quello è della Juve. I nuovi non hanno capito cosa vuol dire giocare con questa maglia, i vecchi l’hanno perso”.

Le alternative a Conte rimangono Walter Mazzarri (impegnato in un braccio di ferro con De Laurentiis) e il portoghese Villas Boas (che per svincolarsi, ha una clausula di 15 milioni di euro). Ecco perchè Conte è quanto mai vicino a diventare il nuovo allenatore della Juve.

© Riproduzione Riservata

Commenti