Al via il processo a Danilo Restivo, i magistrati di Winchester non hanno dubbi: la stessa mano nei due omicidi  Danilo Restivo alla sbarra. Al via il dibattimento del processo inglese per l’omicidio della sarta Heather Barnett nel tribunale di Winchester. In aula anche la madre di Elisa Claps, la ragazza uccisa a Potenza nel 1993. Filomena Claps vuole seguire tutte le fasi salienti del processo. Il pm inglese: “Stesso modus operandi per i due delitti, il killer è lui”.

Le due vicende vengono infatti ritenute legate sia dagli inquirenti inglesi che da quelli italiani per le analogie e per la presenza su entrambi i luoghi del delitto di Danilo Restivo che fu l’ultimo a vedere viva Elisa Claps a Potenza e che era dirimpettaio della Barnett a Bournemouth. La sarta ne aveva paura secondo un testimone del posto.

“Il reggiseno di Barnett – ha proseguito – è stato tagliato sul lato anteriore, come quello di Elisa; i suoi pantaloni e le sue mutande sono state abbassati sino a mostrare i peli pubici, così come quelli di Elisa”, ha spiegato il pm. “Intorno al corpo di Elisa sono stati trovati molti capelli; nella mano di Barnett sono state trovate due ciocche di capelli. Non vi chiediamo di emettere un verdetto sulla morte di Elisa Claps – ha concluso rivolgendosi alla corte -. Non abbiamo la giurisdizione. Ma le similarità sono tali che vedrete in aula alcuni elementi emersi dalle indagini effettuate in Italia”.

“Almeno la soddisfazione di guardarlo fisso negli occhi me la sono tolta. E lui ha ricambiato, con quella sua faccia da corvo. Ora deve marcire in galera”. Così Filomena, la mamma di Elisa nei pochi minuti di pausa concessi dal giudice. “Lui lo deve sapere che sono qui. Io l’inglese lo capisco appena, ma mi aiutano, e quello che ho sentito, anche il nome di Elisa, sono stati sufficienti per farmi accapponare la pelle. Mi consola il fatto che sui banchi della giuria siedono tanti giovani, e io ho fiducia nei giovani. Spero gli spieghino bene che Elisa è stata la prima. Poi si è perfezionato”.

© Riproduzione Riservata

Commenti