Il presidente apre al ritorno del brasiliano al Milan: “se il Real lo cede, pronti ad accoglierlo a braccia aperte” Berlusconi vuole riportare Kakà al Milan. Braccia aperte per il ritorno del brasiliano, visto che Ronaldo è un sogno ancora irraggiungibile. E allora il presidente ha dato mandato a Galliani di acquistare il talento che ha illuminato la Milano rossonera per tante stagioni. «Kakà è un uomo straordinario, qualora intendes­se tornare al Milan, lo accoglieremmo senz’altro a braccia aperte » , dice Berlusconi.

In realtà sul ritorno di Kakà al Milan c’è molto più di una semplice idea. Il progetto della società è quello di lasciare andare Pirlo alla Juve e colmare la “casella” di centrocampo proprio con l’acquisto del fuoriclasse carioca, che era stato ceduto due stagioni fa al Real Madrid. In Spagna, Kakà ha ormai fatto il suo tempo e a Milano invece sarebbe accolto nuovamente con un imperatore, con tutti gli onori del caso. Kakà lo sa e anche per questo ha bloccato per il momento la trattativa avviata dal padre (suo procuratore) per portarlo a Londra, al Chelsea. L’Inghilterra, può aspettare, soprattutto se il Milan ha realmente intenzione di trattare con il Real il campione che nel 2009 venne valutato 65 milioni di euro.

Ora l’operazione si potrebbe chiudere a poco più di 20 milioni di euro, con la formula del prestito oneroso al quale farebbe seguito tra un anno il riscatto da parte del Milan.

© Riproduzione Riservata

Commenti