Per imparare l’arte del trucco non si può prescindere dalla conoscenza della teoria dei colori: ecco i segreti Fra tutti i raggi, che sono infiniti, spiccano i tre colori principali, che sono il rosso, il giallo e il blu. Mescolando, opportunamente questi tre colori se ne creano altri:
giallo + rosso  > arancione
rosso + blu       > viola
giallo + blu      > verde

Questi colori, si dividono in due categorie: colori caldi e colori freddi. Nei colori caldi possiamo posizionare il rosso, l’arancione e il giallo. Nei colori freddi, il blu, il viola e il verde. Possiamo affermare a questo punto che nel trucco, i colori fondamentali sono 5 : il rosso, il giallo, il blu, il bianco ed il nero. Questi ultimi, non sono veri e propri colori, ma sono fondamentali in quanto, la loro aggiunta agli altri colori, ne determina la sfumatura intermedia o rende il colore piu’ spento e morbido. Per truccare al meglio un volto, occorre conoscere le “Regole di Leonardo”.

Queste ultime, altro non sono che lo studio che Leonardo da Vinci fece osservando i volti europei. Le conclusioni alle quali giunse furono che in un viso che rispetta le proporzioni classiche, i due occhi hanno la stessa larghezza, la quale corrisponde alla distanza tra gli occhi e la larghezza della base del naso. Inoltre, rispetto all’altezza totale della testa, gli occhi sono a meta’ per quanto concerne la loro posizione in altezza. Invece la larghezza della bocca e’ uguale alla distanza tra le iridi.

La parte alta delle orecchie e’ alla stessa altezza delle sopracciglia, mentre il lobo e’ all’altezza della punta del naso. Secondo Leonardo da Vinci, inoltre, la distanza tra l’orecchio e l’estremità dell’occhio misura un pollice. Un pollice misura anche la distanza tra l’estremita’ dell’occhio ed il naso, tra la punta del naso e le sopracciglia, tra il mento e la punta del naso e tra le sopracciglia e l’attaccatura dei capelli. Non tutti i volti rispettano tali proporzioni e quando ci troviamo di fronte ad un viso che e’ bello ma sembra avere” qualcosa che non va’”, puo’ voler significare che tali proporzioni classiche sono state infrante.

In conclusione l’arte del trucco e’ quella capacità di essere in grado di correggere tali “ infrazioni”, di esaltare i pregi di un viso o minimizzarne i difetti grazie all’influenza dei colori e dei chiaroscuri in modo da ottenere un’armonia delle linee che possiamo definire nuova bellezza. Nel prossimo articolo vi parlero’ di come si trucca e si esalta un viso rotondo e di come sia possibile, anche attraverso la giusta pettinatura e i corretti accorgimenti, rendere meno evidente la rotondita’ del viso.

© Riproduzione Riservata

Commenti