La corsa rosa transiterà domenica da Taormina e per l’occasione torna transitabile la strada dei “misfatti”  In occasione del passaggio del Giro d’Italia a Taormina, previsto per domenica (15 maggio), riapre la via Crocifisso, l’arteria interessata ormai da un anno da interventi – molto discussi – di riqualificazione. La carovana percorrerà alcune strade di Taormina sul versante nord, ovvero la via Garipoli, Porta Messina e via Pirandello, determinando inevitabili modifiche e restrizioni alla viabilità, che sarà impedita in quelle zone per alcune ore. E così si è reso necessario affrettare i tempi per restituire alla fruibilità pubblica l’unica arteria disponibile, che è sul lato sud di Taormina ed è la via Crocifisso. Intorno alle 13 di domenica 15 maggio, la via Crocefisso, attualmente chiusa per lavori di manutenzione, dunque sarà aperta al traffico.

Si tratta della riapertura “ufficiale” disposta dal Comune, anche se in verità già da diverse settimane la strada – seppure interessata da lavori e nonostante l’ordinanza di chiusura del percorso – viene ormai assiduamente percorsa da mezzi sulle due e quattro ruote. La strada che collega il centro storico all’ospedale “S. Vincenzo” è ancora oggi al centro di roventi polemiche e di un forte malcontento dei residenti, perché tanti (troppi) sono stati sin qui i ritardi e gli interventi eseguiti non sembra che abbiano adeguatamente cambiato volto alla strada. Ad ogni modo sono stati posti in essere dei lavori per liberare la carreggiata dagli ingombri, posizionate delle reti da cantiere e sono state tolte diverse buche, con una complessiva messa in sicurezza dei curvoni.

Sarà ora istituito il limite di velocità di 30k/h. Per la particolare giornata di domenica rimangono in vigore le altre predisposizioni viarie già indicate in precedenza. La strada intanto riaprirà: poi si valuteranno tempi e modalità con le quali dovranno essere ultimati i lavori. Domenica arriva a  Taormina la carovana del Giro, con in testa la maglia rosa: la maglia nera, invece, certamente va già assegnata sin d’ora a chi ha fatto i lavori di via Crocifisso.

© Riproduzione Riservata

Commenti