Clarence Seedorf attacca Adriano Galliani: appuntamento a quando per ilnuovo contratto?  L’olandese non ha la minima intenzione di smettere di giocare e punta i piedi: si attende una decisione in tempi brevi da parte del Milan. L’olandese è stato tra i più brillanti nell’ultima parte di stagione e ora batte cassa: il rinnovo del contratto si fa o no? In sostanza la questione rinnovi, complice la concomitanza della finale di Coppa Italia non è stata ancora presa di petto in Via Turati. Se Pirlo è ormai della Juve (triennale a 4 milioni di euro netti a stagione, più eventuali bonus), altri sette giocatori sono in scadenzae in attesa di conoscere le loro sorti e tra loro c’è Seedorf.

Da lunedì si sapra qualcosa in più, ma Seedorf alza la voce con stile, ma senza mezzi termini: “Da lunedì Galliani ci riceverà? Bene, vedremo… In queste ultime ore non è cambiato nulla di quanto già noto. Non mi sento certo bene. Lo ri­peto: ci vuole chiarezza in un momento così de­licato della stagione. La società ci aveva chiesto di aspettare, di attendere la conqui­sta dello scudetto. Così è stato. Però adesso ci vuole chiarezza, anche perché non si trat­tano così le bandiere del Milan. Ho trascorso qui metà della mia carriera. Ho grande riconoscenza e profon­do rispetto per il presidente Berlusconi, il mio rapporto con lui è sempre lo stesso ed è chiaro. Ma non è lui che gestisce queste co­se, lo fa Galliani”.

In effetti salgono nel borsino rinnovi le quotazioni di permanenza del duo Seedorf-Ambrosini: è probabile che entrambi alla fine faranno parte ancora della rosa del Milan, anche se decisive saranno le ultime valutazioni tecniche ed economiche, prese insieme alla società. Anche il caso Gattuso sarà da prendere con le molle, per via delle offerte provenienti dalla Russia. Per Nesta non ci saranno problemi invece.

A Seedorf rimane il rammarico per una decisione dilazionata nel tempo, a pochissimi giorni dalla scadenza del contratto, anche se il Milan ha utilizzato un metro equo, non ha voluto creare corsie preferenziali, tenendo tutti sulla corda: “Se mi sarei aspettato un trattamento diverso? Certo, lo ripeto: ci vuole chiarezza e rispetto. Il mio rapporto con il Milan non è cambiato, il mio amore è sempre lo stesso. Semmai bisogna capire se sta accadendo il contrario”.

Se fosse per Silvio Berlusconi, con cui intrattiene un rapporto privilegiato, la sua permanenza sarebbe cosa certa, ma i rinnovi passano da Galliani e al momento pesano sulle casse societarie per 80 milioni di euro. E’ chiaro che il club rossonero intende abbattere il monte ingaggi, dimezzare l’esborso e trovare risorse da investire sul mercato. Ma Seedorf potrebbe dire addio.

© Riproduzione Riservata

Commenti