La polizia slovacca ha arrestato vicino a Kosice, nell’est del Paese, un sospetto cannibale recatosi all’appuntamento con la potenziale vittima, un cittadino svizzero, che all’ultimo minuto ci ha ripensato e ha allertato la polizia. Il cannibale si era messo d’accordo su internet con lo svizzero per ucciderlo e mangiarlo. Al posto della vittima, all’appuntamento è andato un agente, che ha avuto uno scontro a fuoco col maniaco, che è stato colpito ed è in gravi condizioni. Anche un poliziotto è rimasto ferito. Lo svizzero aveva risposto a un annuncio sulla rete di uno slovacco che cercava gente desiderosa di morire: prometteva agli interessati di ucciderli, squartarli e mangiarli. «In base agli accordi – ha dichiarato il capo della polizia Jaroslav Spisiak – la vittima doveva essere addormentata, pugnalata al cuore, squartata e cosparsa di spezie, quindi trasportata a pezzi e divorata dall’omicida».

Il cannibale era giunto all’appuntamento con la sua vittima con tutto l’occorrente per il macabro rito: sonniferi, coltelli, sega per ossa e un sacco.

© Riproduzione Riservata

Commenti