L’agonia di Lady Diana e gli ultimi istanti di vita nel famigerato pont de l’Alma, a Parigi, in una foto che sta scioccando il mondo. Lo schianto in auto con Dodi Al Fayed è stato testimoniato dagli scatti di quei paparazzi da cui la coppia stava scappando, ma in questi 14 anni mai è stata mostrata un’immagine di Lady D in fin di vita. Una scelta di civiltà, una dimostrazione di rispetto verso una donna che era, ed è, un’icona. A pochi giorni dal matrimonio di suo figlio William e proprio mentre in Italia si discute sull’opportunità di aver mostrato le immagini del volto del ciclista Wouter Weylandt che moriva sulle strade del Giro d’Italia, però, sembra che questo tabù cadrà.

Al Festival del Cinema di Cannes, infatti, verrà proiettato in anteprima il film Unlawful Killing, che racconta proprio la notte in cui Diana Spencer e Dodi Al Fayed persero la vita. E i rumors, non confermati, parlano di un’immagine scioccante della principessa, uno scatto immortalato da uno dei fotografi proprio mentre Lady D stava morendo.

Keith Allen, attore e regista del film — nonché padre della cantante Lily Allen -, ha definito questo documentario ” non un film sulla cospirazione prima dell’incidente, ma la prova di una cospirazione dopo l’incidente”. Nel cast c’è anche Mohamed Al Fayed, il padre di Dodi, che da sempre ha attaccato la monarchia britannica, colpevole secondo lui di aver ucciso suo figlio e la principessa.

Unlawful Killing indaga sui depistaggi nati dopo l’incidente, su come la Corona inglese abbia nascosto prove importanti e su come gli stessi giornalisti, in particolar modo quelli della Bbc, abbiano manipolato la realtà, dando una visione distorta delle indagini e del processo. Unlawful Killing è un documentario che Keith Allen aveva pensato per la televisione, ma dopo averlo proposto ai maggiori broadcaster britannici e aver ricevuto solo risposte negative ha deciso di produrlo e finanziarlo in proprio.

© Riproduzione Riservata

Commenti