La trasmissione televisiva “Chi l’ha visto” ha trasmesso un servizio girato a Viterbo nel quale gli inviati del programma cercavano Thomas Moore, il giovane londinese scomparso dal 2003 in seguito a crisi mistiche che lo hanno allontanato dalla famiglia, dalla sua città, ma anche dalla realtà. Moore sarebbe affetto da un disturbo dissociativo della personalità, molto influenzato dai sui stuti teologici. Dopo molti avvistamenti e segnalazioni da Viterbo, gli inviati di “Chi l’ha visto” hanno deciso di venire a cercare quello che ormai tutti, nel centro storico di Viterbo, chiamano Thomas.

Molto probabilmente si tratta solo di una forte somiglianza tra le due persone: sia il Thomas viterbese che quello londinese hanno tratti nordici, capelli e carnagione chiari, età e nazionalità straniera, ma niente di più. Sembra che il clochard di Viterbo risponda al nome di Thomas soltanto perché così lo chiamano i passanti identificandolo nel ragazzo inglese.

In molti hanno sperato che si trattasse del vero Thomas, ma anche in base a quanto dichiarato dal personale volontario della Caritas di Viterbo, il giovane che si aggira tra Corso Italia, via Marconi ed altre vie del centro sarebbe originario della Repubblica Ceca. Falso allarme quindi.

Thomas Moore non si trova a Viterbo, ma va apprezzata la collaborazione dei molti cittadini che speravano di poter porre fine alle ricerche dei familiari di Thomas

© Riproduzione Riservata

Commenti