Tra José Mourinho e la stampa spagnola è ormai una guerra di nervi. Lo Special One ha deciso di non parlare alla vigilia della supersfida tra Real Madrid e Barcellona ma si è presentato ugualmente in sala stampa, lasciando quindi la parola al vice Aitor Karanka. Un gesto che però non è piaciuto a molti giornalisti che, per protesta, hanno deciso di lasciare la conferenza stampa. Solo il quotidiano “As” e l’emittente “Punto Pelota” hanno rappresentato i media spagnoli, rimasti assieme ai colleghi stranieri (ma stando al “Mundo Deportivo” sono andati via anche i giornalisti francesi, italiani, inglesi e portoghesi), che hanno provato inutilmente a chiamare in causa lo Special One. Ma Mourinho è rimasto fedele alla sua decisione.

“Si dice sempre che il mister ingigantisce tutto – la difesa di Karanka, per l’undicesima volta in questa stagione chiamato a tenere la conferenza stampa al posto del tecnico portoghese – ma non siamo noi, ultimamente, ad aver alzato i toni.

Poi si dice che Mourinho surriscalda l’atmosfera e allora ha preferito rimanere tranquillo per evitare equivoci. E poi non è la prima volta che parlo io”, ha aggiunto Karanka, che già una settimana fa, alla vigilia della sfida con l’Athletic Bilbao, ha sostituito Mou davanti alla stampa.

I giornalisti presenti hanno anche ribattuto che il silenzio del tecnico portoghese potrebbe essere interpretato anche come una mancanza di rispetto nei confronti dei tifosi del Real, provocazione davanti alla quale lo Special One è rimasto impassibile. “L’opinione dei tifosi è nel Bernabeu e per le strade di Madrid e quello che la gente vuole è che il Real sia dove è adesso – ha controreplicato Karanka -.

I tifosi non vogliono che siamo eliminati in Coppa del Re da una squadra di terza divisione (l’Alcorcon nella passata stagione, ndr), né che rimaniamo fuori per anni dalle semifinali di Champions. Vogliono un allenatore che faccia lottare la squadra su tutti i fronti arrivati a questo punto della stagione”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=qxGoHaGwEhA[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti