“I numeri delle presenze turistiche bisogna saperli leggere e comprendere. Sulla crisi si stanno dicendo tante, troppe, sciocchezze. Bisogna smetterla di dire inesattezze”.  Lo afferma l’assessore al Turismo, Italo Mennella, che replica così alle critiche rivoltegli in particolare dal suo predecessore Salvo Cilona.  “Nel 2008 – replica Mennella – noi ci siamo insediati in tarda primavera. I danni non li ho fatti io. Le flotte di turismo di cui parla Cilona non sono mai arrivate. Noi abbiamo presentato dei progetti a Palermo sul “brand Taormina” che non sono stati finanziati, perché c’è stata una volontà a noi ostile: vedi anche TaoArte.  La politica dell’autorevolezza sta nel non accontentarsi delle briciole una tantum”.

“Io del passato mi ricordo squallide notti bianche. Il mercato russo è in aumento ed è stata invertita la tendenza di presentarsi a Mosca con una casa vinicola come sponsor senza alcun adeguato ritorno per la città.  Abbiamo fatto nel 2010 ben 50 pubblicazioni su giornali in Russia e quest’anno stiamo facendo altre pubblicità. Più recentemente abbiamo fatto un comunicato stampa inoltrato nel mese di aprile a 150 testate giornalistiche russe selezionate e ricordo che il medesimo documento verrà nuovamente inviato nei mesi di maggio e giugno ad altre 300 agenzie russe”.

“Ci siamo attivati con immediatezza sulla crisi mediorientale, andando a Palermo dal presidente della Regione. L’assessorato al Turismo a Taormina dispone della modesta cifra di 80 mila euro. Non mi stancherò di ripeterlo: i numeri bisogna saperli leggere. Al momento in pochi hanno notato che mancano i siciliani: chiediamoci il perché. Il calo dei tedeschi è dovuto solo alla chiusura provvisoria di un hotel che nel 2010 ha fatto 18 mila presenze in tre mesi. Quest’anno quelle presenze si sono spostate a Letojanni. Ad Aprile il turismo a Taormina si riprenderà”.

Infine il Palacongressi: “L’agibilità per gli spettacoli o per i congressi sono due cose diverse. Per i congressi piccoli e “privati” si può anche ottenere l’agibilità, mentre per gli spettacoli c’e una procedura diversa. Ci sono dei lavori avviati e in itinere e dobbiamo ringraziare la Prefettura, senza la cui collaborazione dovremmo dire addio a TaoArte. Serve il “Project financing”. Solo così l’inverno potrà essere superato, oltre le facili illusioni e inutili autorevolezze”.

A margine di questa polemica sul turismo, all’assessore Mennella vanno le più sentite condoglianze di BlogTaormina per un grave lutto familiare che lo ha colpito proprio in queste ore.

© Riproduzione Riservata

Commenti