L’avventura di Carlo Ancelotti a Londra è finita. Come accadde alla “sua” Roma quando subì l’onta di sette reti, anche Carletto ri­corderà a lungo la sconfit­ta dell’Old Trafford, che ha sancito lo strappo con Abramovich. Ancelotti ha ancora un anno di contrat­to con i Blues, che vale sei milioni di euro. Di fatto è in cerca di una squadra. Non ha fretta, potrebbe anche restar fermo un an­no con i soldi del magnate russo. Il tecnico di Reggio­lo ha avuto un primo contatto con Franco Bal­dini, desti­nato a di­ventare il direttore ge­nerale della Roma, un paio di mesi fa.

Persino da Milanello, storica ex casa del tecnico del Chelsea, arrivano conferme d’eccezione sul futuro di Ancelotti. 

«Ancelotti? Carlo ama molto la Roma, ama molto la città, fu la sua prima squadra di alto livello, ha nel cuore Roma ma non voglio infilarmi in cose di altri». Adriano Galliani, ad del Milan, così commenta l’accostamento di Ancelotti al prossimo nuovo corso del club giallorosso, che nascerà dopo la firma della cordata americana.

Cordata che il dirigente rossonero accoglie bene: “Il mercato è aperto, in Inghilterra più di dieci club sono di proprietà straniera, tutte le big five, Manchester United, Chelsea, Liverpool, Arsenal, Manchester City, sono di proprietà straniere, ben vengano anche in Italia”.

© Riproduzione Riservata

Commenti