Delitto in webcam e purtroppo non è il titolo di un film. Un uomo di 21 anni, di origini rumene, ha ucciso la sua compagna di 19 anni perché sospettava fosse incinta di un altro uomo. La rabbia ha accecato Marcu che, dopo essersi vendicato sulla donna, aveva intenzione di far fare la stessa fine anche alla sorella più piccola, una ragazza di 13 anni che stava venendo a trovarli.

La portavoce della polizia rumena, Luciana Baltes, ha dichiarato alla Associated Press che al momento dell’omicidio il padre di Marcu si trovava in Romania, precisamente a Copsa Mica, un piccolo borgo della Transilvania, a circa 300 km a nord-ovest di Bucarest.

Guardando il figlio e il cadavere in webcam ha immediatamente avvertito la polizia rumena che si è successivamente messa in contatto con quella spagnola. Dorel Marcu è stato arrestato nel pomeriggio di Lunedì: la polizia spagnola ci ha messo circa 45 minuti per arrivare sul luogo del delitto dopo la segnalazione dei colleghi rumeni. I due abitavano nel quartiere Torrejon de Ardoz a Madrid.

Una volta giunti nell’appartamento, i poliziotti hanno trovato il cadavere senza vita della donna – la cui identità non è stata resa nota. Marcu avrebbe sostenuto che stava riposando, aggiungendo che la sua sorellina stava giungendo presso di loro per far visita alla donna. La coppia aveva anche una figlia di 3 anni, trovata illesa nell’appartamento. Marcu non era noto alle autorità per precedenti penali.

L’omicidio è avvenuto in seguito ad una lite tra l’uomo e la donna. Lei avrebbe attaccato Marcu, colpendolo con un paralume. Lui, convinto che il figlio che la donna portava in grembo non fosse suo, l’avrebbe strangolata con una cravatta.

Il padre di Marcu avrebbe rilasciato una dichiarazione al canale televisivo Antena 3, contraddicendo la polizia spagnola e sostenendo che suo figlio non voleva fare alcun male alla sorellina della sua compagna, ma che, dopo aver ucciso la donna, voleva suicidarsi. “Ho chiamato la polizia proprio per impedire a mio figlio di suicidarsi”, ha aggiunto l’uomo. Sulla corpo della vittima verrà eseguita un’autopsia. Dorel Marcu e la sua compagna vivevano in Spagna da 18 mesi insieme con la sorella più piccola della donna.

© Riproduzione Riservata

Commenti