Il Napoli vince anche a Bologna e adesso lo scudetto è più vicino. Ventimila tifosi partenopei, provenienti da tutta Italia, hanno colorato d’azzurro il “Dall’Ara” trasformando lo stadio emiliano in un altro “San Paolo”. La grande spinta dei supporters napoletani, ma anche la voce dei “telecronisti faziosi” Auriemma e Alvino, hanno accompagnato l’undici di Mazzarri verso l’ennesima impresa di un campionato che sin qui è una marcia trionfale.

Anche senza il suo bomber Cavani, la squadra di Mazzarri passa 2-0 a Bologna e, in attesa del posticipo di Firenze, aggancia in testa alla classifica il Milan.

Nel modo più spettacolare e autoritario, già nel primo tempo il Napoli ha spento le speranze dei milanisti, come il 22 aprile 1990, quando la partita del “Dall’Ara” fu il prologo al secondo scudetto azzurro.

Compatto e aggressivo, il Napoli ha sbloccato la partita alla mezz’ora, con Mascara abile nell’approfittare di un grave errore di Viviano, mentre al 47′ Hamsik ha raddoppiato su rigore.

A sei giornate dal termine, ora tutto è possibile. Sarà braccio di ferro tra Napoli e Milan, fino in fondo. E, al di là del risultato di Firenze, il “diavolo” comincia ad avere paura.

© Riproduzione Riservata

Commenti