Ventimila tifosi del Napoli pronti a muoversi in massa, da tutta Italia, verso Bologna. E’ un esodo straordinario, quello che si prevede e già si prepara per domenica pomeriggio nell’ennesima domenica calcistica.  Bologna-Napoli sarà esattamente come nell’aprile del 1990. Nella gaudente e scanzonata terra romagnola il Napoli proverà a scrivere di nuovo la storia del calcio italiano e dare la spallata al Milan di Berlusconi. Bologna-Napoli e Fiorentina-Milan; 21 anni fa Bologna-Napoli e Verona-Milan. Con la speranza di milioni di sostenitori azzurri che la fatal Verona si trasformi in fatal Firenze per i rossoneri.

Nemmeno 24 ore dopo la grande vittoria contro la Lazio, i tifosi del Napoli si sono scatenati e hanno subito iniziato la caccia al biglietto per la partita del “Dall’Ara”.

Ufficialmente 2500 i tagliandi inviati dalla società rossoblù: tutti esauriti in pochi minuti. E nella prima giornata di vendita dei tagliandi sono stati venduti 5 mila 500 biglietti per altri settori dello stadio. Un dato insolito ma eloquente.

Probabile, possibile, quasi certo, che molti di questi tagliandi siano finiti nelle mani dei sostenitori azzurri residenti in Emilia Romagna e in tutto il nord Italia.

C’è la disponibilità accordata dal Bologna pronto a concedere l’intera curva San Luca. Se ne discuterà, ma la sensazione forte è che domenica il Napoli potrebbe ritrovarsi a giocare in casa, seppur a tanti chilometri di distanza.

Il numero dei tifosi del Napoli al “Dall’Ara” è destinato ad aumentare in maniera vertiginosa, specie se dovesse arrivare la decisione che tutti i tifosi aspettano: abbatere la barriera della tessera del tifoso con un accordo tra i Questori di Bologna e Napoli. 

Alla fine saranno in 20 mila circa i napoletani presenti con i loro cori e la sciarpata sugli spalti del “Dall’Ara”, per spingere gli azzurri verso il terzo scudetto.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=a4T8V-cKfn0&feature=related[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti