Dal 21 marzo al 21 aprile l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv) presenta “ScienzAperta”, un’occasione per aprire al pubblico le proprie sedi e per mostrare i luoghi della ricerca scientifica, offrendo eventi, percorsi e visite guidate con lo scopo di illustrare le scienze della Terra a tutte le fasce di età. Con questa iniziativa si vuole rispondere all’esigenza di una maggiore informazione e consapevolezza su tutti i temi legati alla conoscenza del nostro pianeta, coinvolgendo il mondo scientifico in una corretta, semplice ed efficace comunicazione delle proprie ricerche e dei metodi più innovativi.

In ogni sede dell’INGV si avvicenderanno programmi scientifici con l’obiettivo comune di incuriosire, interessare ed emozionare il pubblico, con lo scopo di dimostrare come la ricerca sia un patrimonio di tutti, in un mondo che chiede ai cittadini di essere sempre più informati e in grado di prendere decisioni cruciali anche su temi scientifici e tecnologici.

Conoscere è l’unico mezzo che abbiamo per avere meno timori e per sapere scegliere.

“Un progetto, che trae spunto e  amplifica l’esperienza delle passate edizioni della Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica;  nell’ambito di ScienzAperta, dice la geologa Giuliana D’Addezio, responsabile del Laboratorio di didattica e divulgazione dell’INGV, vengono organizzati eventi  e manifestazioni sul territorio in tutte le sedi e sezioni dell’Ente, sulla base delle esperienze e richieste locali.

L’evento nella sede di Roma è arricchito dalla collaborazione e condivisione con l’INRAN su tematiche legate al pianeta terra e al territorio”.

Aggiunge  Laura Gennaro, ricercatrice e coordinatrice della partecipazione INRAN a ScienzAperta :“Un ‘occasione preziosa per mostrare a grandi e piccoli la scienza che si nasconde in ciò che mangiamo ogni giorno e che ci permette di apprezzare al meglio i prodotti della Terra”.

SONIA TOPAZIO
Capo ufficio stampa
Ufficio di Presidenza
Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

© Riproduzione Riservata

Commenti