Tutti vogliono Miss Italia e tra le candidate ad ospitare la prossima edizione della rassegna c’è anche Taormina. Dopo la rinuncia di Salsomaggiore, per motivi economici, ad ospitare le Finali, sono numerose le location italiane che si sono candidate, da ogni parte della Penisola, per prendere il posto della tradizionale sede. E da parte dell’organizzazione è iniziata la ricerca di strutture adeguate nelle varie città. E’ in atto una valutazione e quindi dei sondaggi sulla fattibilità e la qualità delle varie pretendenti.

La “corsa a Miss Italia” ha aperto una contesa senza confini, dopo che ormai dal 1983, la sede fissa è sempre stata sinora quella di Salsomaggiore Terme. Ora le candidature avanzano e si moltiplicano.

Taormina ha lanciato ufficialmente nelle scorse ore la propria candidatura, si propone e tale ipotesi è stata prospettata  anche al presidente della Regione, Raffaele Lombardo. Per questa manifestazione servirebbe una disponibilità economica non indifferente (si parla, secondo alcune indiscrezioni, di un impegno vicino a Un milione di euro) ma il ritorno d’immagine sarebbe in questo caso garantito, visto che l’evento muove un amoio circuito mediatico nazionale.

Quattro località fra quelle che ora si propongono hanno già ospitato Miss Italia:  Stresa (i primi quattro anni e poi anche nel 1958),  Sanremo (1951 e 1982), Viareggio (1979), Gallio (1980). Poi c’è Taormina, che sta tentando di farsi strada.

Ma la lista dei contendenti è lunga e conta una ventina di comuni, dal nord al sud alle isole. A farsi avanti sono state, oltre alle già citate mete, anche St.Vincent, Campione, Como, Lido di Venezia, Rapallo, Montecatini Terme, Riccione, Roma, Fiuggi, Roccaraso, Napoli, Sorrento, Margherita di Savoia, Policoro, Lipari, Palermo e Alghero.

© Riproduzione Riservata

Commenti