Mentre al Sud, i treni restano simili a quelli di “C’era una volta il West” di Sergio Leone, a partire dall’autunno il nuovo sistema non sarà più “classista”, almeno apparentemente. “Sui treni Frecciarossa verranno abolite le classi, nel senso di distinzione sociale”, ha detto Mauro Moretti, amministratore delegato di Ferrovie dello Stato, con una promessa: “verrà introdotto un sistema di 4 livelli di servizio e non ci saranno aumenti di prezzo. Quello minimo sarà inferiore a quanto si paga oggi in seconda classe”. Fino agli anni ’50, c’erano addirittura 3 classi, corrispondenti ad altrettanti livelli di status sociale. La “terza classe” è entrata come un mito nella cultura e nell’immaginario collettivo: il biglietto per la nave che portava gli emigranti in America era, tipicamente, di terza classe.

Per decenni, le tariffe delle Ferrovie dello Stato sono state regolate da un sistema proporzionale: un tot al chilometro per la prima classe, un po’ di meno per la seconda. Ora è da tempo che il gestore ferroviario offre tariffe differenziate a seconda delle tratte e del tipo di treno, con molte offerte che consentono di risparmiare, per chi può scegliere.

Come riferimento, ci saranno 4 livelli. Un primo livello base senza fronzoli, comprendente il posto a sedere e basta; poi un “premium”, che consente di avere anche una bibita e i giornali; poi il “business”, con interni più confortevoli e un po’ di coccole, come il welcome drink e i giornali; e infine il livello “executive”, vero e proprio “ufficio viaggiante” dagli spazi ampi, con possibilità di fare riunioni, di avere hostess di bordo dedicate, poltrone in pelle (non umana, però, come nell’ufficio del capo di Fantozzi) e tavolini, più tutti i “benefit” del business. In tutti e 4 i livelli ci sarà la connessione wi-fi, ma probabilmente sarà gratuita solo nei 2 superiori.

Inoltre, similmente a come avviene oggi per le compagnie aeree, più si acquista il biglietto in anticipo, più è facile trovare tariffe a basso costo.

Le tariffe saranno migliori se si sceglie di partire nelle fasce orarie di minor affollamento. Inoltre ci saranno, come oggi, continue offerte speciali da seguire con attenzione e, soprattutto, con largo anticipo.

© Riproduzione Riservata

Commenti