Kakà verso il Milan: è scritto nel futuro del brasiliano. Che l’avventura del fuoriclasse carioca al Real Madrid non sia mai decollata è sotto gli occhi di tutti. Ma i numeri dati da “‘As” sono l’istantanea di un giocatore, il brasiliano, arrivato a Madrid e mai più ritrovatosi. Tra infortuni di vario genere Kakà ha giocato solo il 36% dei minuti disputati dal Real: troppo poco per un giocatore pagato 67 milioni di euro. Tra problemi al ginocchio e pubalgia l’ex Pallone d’Oro ormai è considerato un “fantasma”. E i numeri non possono che confermare la sparizione di Kakà dal grande calcio, perchè è proprio sparito – o quasi – dal campo: da quando il Real Madrid lo ha acquistato (è il terzo giocatore più pagato della storia del club, dopo C.Ronaldo e Zidane) il brasiliano ha visto il terreno di gioco quasi sempre dalla tribuna: su 8.190 minuti possibili, Ricky ne ha giocati 2.958 minuti, poco più di un terzo, saltando 261 giorni di lavoro coi compagni. Ma non è tutto. ‘As’ riporta anche dei dubbi sulla tenuta fisica del brasiliano, martoriato da infortuni sparsi per tutto il corpo.

Prima la pubalgia, che lo ha tenuto fuori 85 giorni, poi il problema al ginocchio e l’operazione, di 7 mesi fa, risolutiva ma solo in teoria. Perchè Kakà, nuovamente indisponibile dopo il rientro in campo a gennaio, doveva saltare 15 giorni per un “leggero edema”.

E invece è ancora fuori, quando di giorni ne sono passati 25. Il giornale spagnolo – e forse non solo lui – non sopporta più i continui fastidi di un giocatore di cristallo, che sembra incapace – scrivono – di stringere i denti e di sopportare il dolore.

© Riproduzione Riservata

Commenti