Britney Spears è sempre più in declino. “Femme Fatale” è il titolo del suo nuovo album ma proprio non si addice a una cantante che appare appesantita. Sebbene le foto scattate per il lancio promozionale del cd, in uscita il 29 marzo, siano fantastiche e mostrino una Britney al top della forma fisica, la ragazza che poche ore fa ha cantato a Las Vegas sembra solo la sua controfigura. O peggio ancora, una controfigura in sovrappeso.  La cantante, infatti, dopo un’assenza dalle scene di quasi un anno e mezzo (l’ultima esibizione live risale al tour Circus del 2009) ha scelto il Rain Nightclub dell’hotel Palms per presentare al pubblico 3 brani del nuovo album: 45 minuti di ballo sfrenato e mini-vestiti che hanno messo in evidenza le cosciotte robuste della popstar e il suo annoso problema con la bilancia, frutto dell’abuso prolungato di alcol e droga.

Ora l’ex Lolita del pop, che a 8 anni era già una stella del teatro a Broadway e a 11 la protagonista del “Mickey Mouse Club” – ha messo la testa a posto, si è disintossicata per amore dei figli e per far ridecollare la sua carriera.

Ma certi scivoloni estetici, dal vivo almeno, non si possono nascondere: se per le fotografie c’è Photoshop, per i concerti ci sono solo le urla dei fan in delirio a coprire il corpo in declino. D’altronde, per una cantante, l’unica cosa che conta è la voce. E almeno quella, forma fisica o no, Britney l’ha già ritrovata. Peccato per il resto.

© Riproduzione Riservata

Commenti