Sebastian Vettel ha ripreso il discorso interrotto ad Abu Dhabi dalla pausa invernale andando a vincere con autorevolezza il Gran Premio d’Australia. Gerarchie confermate nel round d’apertura del mondiale 2011 di Formula Uno. Il campione del mondo della Red Bull ha preceduto la McLaren Mercedes di Lewis Hamilton e l’ottimo Vitaly Petrov su Lotus-Renault. Il russo, negli ultimi giri, è riuscito a tenere dietro l’arrembante Fernando Alonso che nel finale ha tentato in vano la conquista del gradino più basso del podio. «Adesso dobbiamo analizzare questa gara, ci sono tante cose da mettere in fila.

Comunque portiamo a casa punti in classifica e per come era partito il weekend è un bel risultato». Stefano Domenicali, responsabile gestione corse della Ferrari, commenta così l’esito della prima gara di F1 della stagione, in Australia, che ha visto Alonso quarto e Massa nono al traguardo. «Ora dobbiamo capire perché non siamo andati come ci aspettavamo – ha aggiunto Domenicali -, è questo il lavoro che ci aspetta a casa».

Solo quinta l’altra Red Bull di Mark Webber, che si è subito fermato dopo aver tagliato il traguardo. Alle spalle dell’australiano si è piazzata la McLaren Mercedes di Jenson Button (penalizzato con un passaggio ai box per una scorretta manovra di sorpasso su Felipe Massa nelle fasi iniziali della gara), che a sua volta ha preceduto le Sauber del sorprendente Sergio Perez (per il messicano un solo pit stop) e del giapponese Kamui Kobayashi. Male Massa, solo nono davanti alla Toro Rosso di Sebastien Buemi.

Domenica negativa per la Mercedes Gp, con Michael Schumacher e Nico Rosberg costretti al ritiro per problemi tecnici dopo esser stati tamponati.

© Riproduzione Riservata

Commenti