Sul sito del Governo Italiano si legge in queste ore una curiosa nota. “Il resoconto fornito da alcune agenzie di stampa in merito alla cena di ieri sera del Presidente Berlusconi con il gruppo dei Responsabili è ricco di fantasie e imprecisioni. In particolare, il Presidente non ha cantato alcuna canzone.”. La “precisazione”, pubblicata per l’esattezza il 24 marzo, fa riferimento dunque ad una cena che si è svolta a palazzo Grazioli con i deputati del gruppo dei cosiddetti “Responsabili”.

Durante l’incontro il premier avrebbe parlato del rimpasto di governo, della situazione della maggioranza ma anche di Libia e immigrazione.

Il giorno dopo la cena, i giornali hanno pubblicato i resoconti dell’incontro, che hanno contribuito al dibattito sul ruolo dei Responsabili e sulle ‘poltrone’ che sarebbero state loro promesse in cambio della fedeltà al premier.

A distanza di qualche ora arriva questa nota ufficiale (ecco la screenshot  tratta dal sito del governo, clicca per ingrandire).

La strana nota diffusa dal Governo ha incuriosito molto la rete, e in poco tempo è divenuta oggetto di polemiche e molteplici commenti.

Una smentita decisamente insolita ha ispirato articoli ironici e ci si chiede come mai, con tutte le priorità che ci sono in questo momento in Italia e nel mondo, venga precisato sul sito del Governo italiano proprio il dettaglio sulla presunta esibizione canora di Berlusconi.

Cosa può interessare agli italiani se Berlusconi abbia cantato o no ad una cena? E’ l’ennesima barzelletta, un’ulteriore mortificante farsa di un presidente del Consiglio, che pensa alle sue vicende personali e alla tutela della sua (traballante) immagine, anzichè curarsi delle problematiche che riguardano il Paese.

Mentre il Cavaliere canta, Lampedusa è invasa dai nord-africani. Complimenti.

© Riproduzione Riservata

Commenti