L’Orso Dino è stato abbattuto da un cacciatore in Slovenia. Era diventato famoso per le sue scorribande e per aver ucciso diversi animali nel Vicentino un anno fa. Il Corpo forestale dello Stato, dopo aver appreso la notizia, ha fatto svolgere esami genetici che hanno confermato che il plantigrado ucciso era Dino.

L’abbattimento di Dino è avvenuto a Vrhnika, paese situato tra Postumia e Lubiana, e non è escluso che l’orso stesse tornando in Italia.

Dino era stato inzialmente riconosciuto grazie al collare che aveva indosso e che gli era stato messo in Trentino nel 2009 per poterlo localizzare. Il cacciatore che ha ucciso Dino si è scusato del gesto dicendo di non aver visto il collare perché era nascosto sotto il collo dell’animale.

In Slovenia in questo periodo è aperta la stagione della caccia e l’uccisione di orsi è legale: la repubblica balcanica è infatti uno dei paesi con la maggior presenza sul territorio di questi animali, e proprio per regolarne il numero, le autorità ne permettono la caccia.

Rivediamo cosa aveva combinato un anno fa l’Orso Dino.

© Riproduzione Riservata

Commenti