Melita Toniolo racconta ad un noto settimanale la sua passione per i motori e per la velocità… E confessa una parte hot della sua gioventù. “Se posso, preferisco sedermi io al volante. L’ultimo fidanzato mi raggiungeva in metrò. Probabilmente era il mio uomo ideale, sotto questo punto di vista. Come guida un uomo è un primo metro di giudizio per capire con chi ho a che fare. Quando non mi fido o va troppo veloce ci metto davvero poco a liquidarlo” racconta la sexy Melita.

Donne e motori sono un binomio da sempre esplosivo e l’ex “Diavolita” si adatta perfettamente al tema anche se ammette che nonostante la sua indubbia femminilità c’è una parte del suo carattere piuttosto mascolino che la porta a fare cose che generalmente farebbe un uomo.

Melita rivela: “A dire il vero non sono sempre stata così, diciamo che lo sono diventata col tempo. Soprattutto da quando la mia parte da maschiaccio ha iniziato a prendere il sopravvento. Parlo di piacere nel fare cose che, il più delle volte, vengono ritenute estremamente maschili. In più, io aggiungo una sana vena competitiva ma quella credo sia più una prerogativa femminile”.

La showgirl fa un “mea culpa” e svela di non essere molto disciplinata alla guida. “Punti rimanenti sulla patente? Domanda di riserva? Sarò sincera, qualcuno l’ho perso per strada (letteralmente), ma vi giuro che non sono ai livelli di Corona”.

Nell’intervista non manca nemmeno la domanda piccante: “L’auto più comoda dove ha fatto l’amore?” . La Toniolo stupisce tutti: “A dire la verità, la prima volta l’ho fatto su una moto… una Harley! Rispetto alle auto… Oddio, e chi se lo ricorda più che modello era!?”

Protagonista del Vip Test Melita è sfrecciata in pista prima su una signora cabrio: “Forme morbide e sinuose: se fosse una donna la 911 4S sarebbe una top model. E poi, come molte di noi, non farebbe fatica a lasciarsi dietro un discreto numero di maschietti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti